analytics

Ti trovi in: Home

NEWS AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE

. GENNAIO 2023

Legge di Bilancio 2023 – Novità per i datori di lavoro

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 303 del 29 dicembre 2022 è stata pubblicata la Legge n. 197 del 29 dicembre 2022, cd. Legge di Bilancio per l'anno finanziario 2023.

Le principali novità per i datori di lavoro sono relative a:
• esonero parziale dei contributi previdenziali a carico dei lavoratori dipendenti: il comma 281 reintroduce, dal 1° gennaio 2023 al 31 dicembre 2023, l’esonero sull’aliquota dei contributi previdenziali dovuta dai lavoratori dipendenti, ad esclusione dei lavoratori domestici. La nuova formulazione prevede che l’esonero a favore del dipendente sia pari:
o al 3% se la retribuzione imponibile non eccede l’importo mensile di 1.923 euro, ovvero
o al 2% se la retribuzione imponibile mensile è superiore a 1.923 euro e non eccede l’importo di 2.692 euro.

• lavoro “agile” per i lavoratori ‘’fragili’’: è prevista la proroga al 31 marzo 2023 per il lavoro “agile” per i lavoratori che sono riconosciuti come “soggetti fragili” (affetti dalle patologie e condizioni individuate dal Decreto del Ministro della Salute del 4 febbraio 2022).

• Estensione della possibilità di lavoro occasionale (ex-voucher): la norma introduce alcune modifiche alla disciplina generale delle prestazioni accessorie rese nei confronti delle imprese, elevando da cinque a dieci mila euro nel corso di un anno civile il limite massimo di compensi che possono essere corrisposti da ciascun utilizzatore per prestazioni occasionali, con riferimento alla totalità dei prestatori. Resta invece fermo a 5 mila euro il compenso massimo che può essere percepito da ciascun prestatore nel corso dell’anno civile. Possono farvi ricorso gli utilizzatori che abbiano alle proprie dipendenze fino a 10 lavoratori subordinati a tempo indeterminato, indipendentemente dal settore.

• incremento dell'indennità per congedo parentale: l’indennità di maternità e paternità è elevata alla durata massima di un mese fino al sesto anno di vita del bambino, in alternativa tra i genitori e nella misura dell'80 per cento della retribuzione.

• imposta applicabile ai premi di risultato: la legge di Bilancio riduce dal 10% al 5% l’aliquota dell’imposta sostitutiva per i premi che saranno erogati nell’anno 2023 (restano impregiudicati gli altri requisiti previsti dalla norma).

• incentivi all’assunzione: sono prorogate le agevolazioni già previste in caso di assunzione di soggetti percipienti il reddito di cittadinanza, con particolare attenzione verso i soggetti under-36 e le donne svantaggiate.

 

Novità della Legge di Bilancio 2023 sulle Prestazioni Occasionali.

L’Inps, in un comunicato stampa pubblicato in data 2 gennaio 2023, informa che è al lavoro per adeguare i sistemi informativi alle novità introdotte dalla legge di Bilancio 2023 (legge n. 197 del 29 dicembre 2022) in materia di Libretto di Famiglia e Contratto di Prestazione occasionale. Il termine dei lavori è previsto entro la fine del mese in corso.